Dreamwork For Visionary Living

 - Dreamwork For Visionary Living

Dreamwork For Visionary Living




Lo más leído

So Wild Wie Das Meer

So Wild Wie Das Meer

Mapas clásicos, plegados, con la tradicional cartografía de Michelín, bien actualizada. Muy legibles y fáciles de usar, incluyen un índice de localidades, las distancias entre ellas y el tiempo aproximado para recorrerlas.

(i.b.d.) La Senda De Los Cautivos

(i.b.d.) La Senda De Los Cautivos





Tutta la sapienza e lesperienza di secoli, sono conservate nei proverbi, nelle citazioni e negli antichi detti popolari. Essi sono dei tesori di inestimabile valore che appartengono allintera umanità. Ogni proverbio è come un viaggio alla scoperta del genio, lingegno e lo spirito creativo del popolo di appartenenza. Dante Alighieri ( al quale ho dedicato l’ immagine e la frase di copertina ), nella sua “Divina Commedia”, nel XIII canto del Purgatorio , cita i giorni della merla all’anima di Sapia: “Omai più non ti temo! / come fè ‘l merlo per poca bonaccia”. Ma quando cominciano a cantare i merli? La data è incerta, ma i romagnoli consigliano al merlo di non cantare nemmeno nel mese di Marzo, perché gli si potrebbe gelare il becco dal freddo: “Mèral, ‘d mêrz no’ cantê’, che e’ bëc u t’ s’ po’ agiazê”. In dialetto bresciano si dice “Du ghèj hò e ‘n prestit (due soldi li ho a prestito), giù él troarò (uno lo troverò). Se bianca te sé (se bianca sei), negra tè farò, e se negra tè sé, bianca deèntarè (bianca diventerai)”. In bergamasco , invece, “Canta ‘l merlo ‘n font al zerlo che ghè finit l’inverno: te salude padrù”, ovvero “canta il merlo, l’inverno è finito, ti saluto padrone: trovo un altro tetto”. Un antico proverbio romagnolo: “Mèral, ‘d merz no’ cante’, che e’ bec u t’ s’ po’ agiaze. Lessa ch’e’ chénta e’ ragion che lo u n’ha pavura d’incion” (Merlo, di marzo non cantare, che il becco ti si potrebbe ghiacciare. Lascia che canti la tordella, che lei non ha paura di nessuno). Un proverbio bolognese invece: “Quand canta al mérel, a san fóra dl’invéren” (Quando canta il merlo, siamo fuori dell’inverno). I giorni della merla hanno ispirato proverbi , detti e filastrocche, ma c’ è una lunga “ tradizione “ italiana, che ha lontane origini, legata ai proverbi ed alle leggende ad essi legate. Ma cos’ è il proverbio ? Il proverbio (dal latino proverbium) è una massima, che contiene norme, giudizi, dettami e consigli espressi in maniera sintetica, spesso in metafora e in rima, e che derivano dall esperienza comune. In questo volumetto, ho selezionato i proverbi più diffusi e significativi, dividendoli per Regione italiana di origine, scritti nel loro linguaggio dialettale al quale si è data poi interpretazione e spiegazione. Lo scopo è quello di offrire al lettore momenti di puro intrattenimento e svago ma anche di riflessione verso quelle “ massime “ che ad oggi conservano ancora antichi valori, messaggi, simboli, significati e dai quali possiamo trarre ancora insegnamento, esempio e ispirazione. La lettura dei proverbi è un occasione per imparare e ricordare quel che siamo stati, attraverso versi che rappresentano un concentrato di saggezza popolare: un luogo comune, è vero, ma nei luoghi comuni si annida sempre la realtà. Grazie ai proverbi, si possono ricavare insegnamenti di vita semplici ma importanti: che si parli di famiglia o di meteo, di natura o di lavoro, sono tante piccole guide ai comportamenti quotidiani.

19.04.2019

  • Título Original: Dreamwork For Visionary Living
  • Editor: Associazione Adventure
  • Fecha de lanzamiento: 26.02.2019
  • Género: Psicología y Pedagogía
  • ISBN: 9788826011332
  • El Tamaño De Archivo: 3.90MB
  • Idioma: Español
  • Formato : PDF, EPUB